Press "Enter" to skip to content

Viabilità di Gronda

Riano, Castelnuovo di Porto, Capena , Fiano Romano

Il Progetto viabilità di Gronda Tiberina Ovest è un’opera che venne programmata al fine di adeguare la viabilità di accesso allo svincolo di Castelnuovo di Porto, l’obiettivo era quello di migliorare lo scorrimento del traffico in un’area in forte sviluppo commerciale e residenziale, come poi effettivamente avvenne, dunque serviva una possibile alternativa alla SP Tiberina per i comuni di Riano , Castelnuovo di Porto, Capena e Fiano Romano.

La Regione Lazio trasferì all’epoca €29.000.000,00 alla Provincia di Roma che aveva il compito della progettazione e del relativo appalto dei lavori, l’intervento prevedeva l’adeguamento di 8 strade comunali (Piana Perina, Monte Travicello, Maleranca, Calamissura, Mola Saracena, Prato della Corte e San Lorenzo ) e parte della strada provinciale Capena Ponte Storto, un’opera importante che prevedeva l’allargamento della strada, la realizzazione di diverse rotatorie per regolamentare il flusso del traffico e moderare anche le velocità, nei due attraversamenti sui fossi “Centovalli” e “Gramiccia” erano previsti importanti lavori per la regimentazione delle acque, impianti di illuminazione e opere di inserimento paesaggistico ambientale. Le opere sul fosso del “Gramiccia” sarebbero molto importanti viste le calamità naturali sempre più frequenti.

Sono passati dieci anni dall’apertura del casello autostradale, la via Tiberina è divenuta ormai una strada inadeguata per il flusso di mezzi che ci passano, soprattutto per i mezzi pesanti, impraticabile nelle ore di punta e pericolosa, a questo va aggiunto che proprio nei giorni scorsi il comune di Castelnuovo ha avuto l’ok da parte della Regione per un piano di sviluppo logistico nella zona di cui stiamo parlando e che il comune di Fiano Romano sta in fase avanzata per la prossima costruzione del nuovo centro Amazon.


I Comuni interessati un paio di giorni fa hanno incontrato l’Assessore Regionale Mauro Alessandri che conosce molto bene queste zone e che si è fatto immediatamente carico di questo problema, cercando di trovare una risposta adeguata in tempi rapidi; è prevista infatti a breve una prossima riunione con gli enti interessati e noi vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa importante infrastruttura.

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: