Press "Enter" to skip to content

TRACCIA DI IERI. La morte non esiste

Moriva un anno fa Libero De Rienzo. Attore pieno di talento, è considerato a giusto titolo uno dei migliori professionisti della sua generazione.

Viene ricordato oggi, dagli amici più cari, come un animo inquieto, profondo, talvolta tormentato, ma pur sempre un uomo che non si prendeva troppo sul serio.

Noi lo ricordiamo così, con il suo debutto da regista.

Sangue. La morte non esiste.” è un film sperimentale prodotto a basso budget. Colori, suoni e inquadrature colpiscono per il tentativo di proporre un prodotto che esca dai binari del già visto.

Girato nel 2006, è un film che si fa amare profondamente, nonostante riveli i tratti spesso acerbi di un regista alle prime armi.

C’è dentro Libero, in ogni fotogramma, in ogni inquadratura.

E quei lievi difetti di autoreferenzialità che stonerebbero altrove, in questa pellicola ci hanno permesso di creare un legame di stima assoluta con un uomo che avrebbe avuto ancora molto altro da offrire al mondo del cinema.

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: