Press "Enter" to skip to content

TRACCIA DI IERI: 11 Settembre l’attacco all’America

20 anni fa in questo giorno avveniva l’attacco più cruento che il nuovo millennio possa ricordare, un attentato terroristico organizzato da Bin Laden attraverso la sua rete Al Qaeda, quattro attacchi distinti sul territorio statunitense che causarono la morte di 2996 e di migliaia di dispersi mai identificati, accanto ai tanti civili morirono anche 343 Vigili del fuoco, 72 agenti delle forze dell’ordine e 55 militari.

Le conseguenze di questi gesti furono la dichiarazione di guerra da parte dell’allora presidente degli Stati Uniti Bush al terrorismo, con l’obiettivo dichiarato di portare Osama Bin Laden e Al Qaeda davanti alla giustizia e di prevenire la costituzione di altre reti terroristiche. Si iniziò nello stesso 2001 con l’invasione dell’Afghanistan, a cui seguì nel 2003 la guerra in Iraq, che portò nel 2006 alla caduta e alla morte del dittatore Saddam Hussein. Bin Laden invece fu trovato e ucciso solo il 2 maggio del 2011, a quasi 10 anni dagli attentati. E’ cronaca di questi giorni il ritiro di tutte le truppe straniere dall’Afghanistan e il ritorno dei Talebani nella capitale afghana, una guerra durata 20 anni che porta dietro di se e normi costi economici ed umani. Inevitabile chiedersi se ne sia valsa davvero la pena, gli attacchi terroristici continuano a rappresentare un pericolo per la sicurezza degli afghani, le istituzioni centrali supportate dall’Occidente sono collassate, e i diritti delle donne sono minacciati come vent’anni fa.

Nelle immagini del 2001 ci hanno senz’altro impressionato gli uomini e le donne che si lanciavano dal grattacielo nel tentativo di salvarsi, quelle immagini sono state sostituite oggi dalle donne e dagli uomini afghani che si attaccano alle ruote di un aereo in decollo andando incontro ad una morte certa nel tentativo di salvarsi .

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: