Press "Enter" to skip to content

Pietra d’inciampo a Roma: ricordo del giovane annegato con una pagella cucita sul petto.

Tor Pignattara omaggia il quattordicenne naufragato nel 2015.

L’Istituto Comprensivo “Simonetta Salamone” di Tor Pignattara ha dedicato una pietra d’inciampo al ragazzo del Mali annegato il 18 aprile del 2015 e diventato tristemente noto perché fu ritrovata una pagella scolastica cucita sul suo petto. Il ragazzo, a tutt’oggi sconosciuto, perse la vita nel più grave naufragio che sia mai avvenuto nel Mediterraneo dopo la seconda guerra mondiale. Nella giornata internazionale del rifugiato sarebbe stato difficile non pensare a lui e la scuola romana ha voluto ricordarlo nell’ambito del progetto “Pagelle d’inciampo” con questa pietra commemorativa: “Al giovane del Mali morto il 18 aprile portando una pagella sul cuore. Questa scuola avrebbe accolto lui e le altre persone che annegano cercando di attraversare il mare (foto: Repubblica).

La pagella cucita all’interno della sua giacca mostrava ottimi voti, scritti sia in francese che in arabo; un foglio che voleva essere quasi un lascia passare, una testimonianza di buona volontà con cui il ragazzo avrebbe voluto presentarsi a noi per essere accolto. Il triste epilogo, invece, ha reso questa storia l’emblema della disperazione ma anche della speranza insite dietro questi viaggi.

Un’iniziativa analoga a quella dell’istituto romano era stata messa in piedi a gennaio anche nel liceo scientifico Mangino di Pagani (Salerno).

Comments are closed.