Press "Enter" to skip to content

NextDoorPost.it

Rieti, rivolta tra le mura del carcere.

L’onda delle proteste nelle prigioni italiane è arrivata anche al carcere di Rieti; da dentro le mura si è alzato del fumo e si sono scatenate delle urla e una decina di detenuti è salita sul tetto del complesso. All’ingresso Polizia, Carabinieri e Vigili del Fuoco oltre a personale sanitario.Le problematiche sono le stesse che hanno provocato sommovimenti e rivolte in tanti altri istituti carcerari del Paese in queste ore, legate alla limitazione del colloqui per contenere il diffondersi del coronavirus.  
Si spera che la situazione ritorni quanto prima tranquilla, visto che sono state date disposizioni per utilizzare apparecchiature sostitutive che permettano i collegamenti a distanza tra detenuti e familiari via Skype, come ha fatto sapere la Fns Cisl Lazio.
Intanto la protesta non si placa ed intorno alle 17.00 sono arrivati i cellulari di Polizia e Carabinieri.
Proseguiremo con gli aggiornamenti.

Foto: Rieti in vetrina.