Press "Enter" to skip to content

L’ARTE DELLA LETTURA…PRIMO VOLUME

Dopo aver viaggiato in metropolitana alla scoperta delle stazioni più belle del Mondo, stavolta ci fermiamo in un luogo silenzioso che unisce arte e letteratura: la biblioteca. Andremo a visitare le più belle e le più storiche, iniziando da quelle più lontane per arrivare a quelle del nostro bel paese.
Il nostro viaggio parte dagli U.S.A., Baltimora per la precisione; la George Peabody Library è una biblioteca che si trova nel campus Peabody nel quartiere culturale storico di Mount Vernon; la collezione principale di 300.000 volumi riflette vasti interessi ma è incentrata sul secolo XIX, particolarmente su religione, arte britannica, architettura, storia americana, lingue romanze, storia della scienza, geografia, esplorazione e viaggi. L’edificio è stato completato nel 1878e fu definita una “cattedrale dei libri”. L’interno presenta un atrio con un pavimento di marmo bianco e nero a lastre alternate, circondato da cinque ordini di balconi in ghisa nera ornamentale e colonne con decorazioni dorate.

Biblioteca George Peabody

Rimaniamo negli USA spostandoci nella grande mela; la La NY Public Library, la prima biblioteca pubblica di New York, fu fondata nel 1895, unendo le precedenti biblioteche cittadine (la Astor e la Lenox library) alla Tilden Fondation (una fondazione realizzata con l’eredità del politico Samuel J. Tilden che aveva a cuore la realizzazione di una biblioteca accessibile a tutti). La NYPL venne inaugurata il 23 maggio 1916 ; questa famosissima biblioteca, nota anche per merito dell’industria cinematografica hollywoodiana, è uno dei simboli della città di New York, ed al suo interno sono contenuti 16 milioni di libri! Cuore pulsante dell’edificio è la Rose Reading Room, che con le sue grandi finestre di cristallo crea un’atmosfera ovattata e davvero speciale

New York Public Library, New York, U.S.A

Terminiamo la rassegna statunitense con la biblioteca di Kansas City che presenta una caratteristica probabilmente unica al mondo per tale tipo di edificio. La sua struttura è infatti immediatamente riconoscibile dall’esterno per via della presenza di ampi pannelli progettati per riprodurre i dorsi delle copertine di alcuni dei libri più letti e più noti al mondo. Costruito nel 2004, questo edificio nasconde anche uno splendido interno ereditato da una vecchia banca dell’inizio del XX secolo ed è adiacente ad un ampio parcheggio centrale, situato nel cuore della città. Proprio il parcheggio è una delle particolarità della struttura che, a differenza delle classiche strutture di questo tipo, presenta delle enormi riproduzioni di classici della letteratura adiacenti ai posti auto. Più nel dettaglio, si tratta di 22 titoli selezionati dai cittadini di Kansas City, per illustrare la diversità dei soggetti di lettura.

Kansas City Public Library, Kansas City, U.S.A.

Spostiamoci più a sud: la Biblioteca Vasconcelos, anche conosciuta semplicemente come la Vasconcelos, è una biblioteca di Città del Messico, situata nell’area settentrionale della città, nella Delegazione Cuauhtémoc. Dedicata al filosofo José Vasconcelos, con i suoi 38 000 m² di superficie e le sue 575 000 opere librarie, è la biblioteca più grande dell’America Latina. Questa enorme biblioteca merita un posto in classifica anche solo per l’audace originalità con cui i suoi spazi sono stati progettati. Ma oltre ad essere strano, questo edificio è anche davvero bello.  I suoi luminosi spazi sospesi nel vuoto sono indubbiamente affascinanti e sono straordinariamente adatti alla lettura.

Biblioteca Vasconcelos , Città del Messico, Messico

Finiamo il tour delle Americhe andando in Brasile, a Rio de Janeiro; Il Real Gabinete Português da Leitura  è la più grande biblioteca, fuori dal Portogallo, di opere scritte da autori portoghesi. Seguendo il principio del depósito legal, qui viene inviato un esemplare di ogni opera letteraria registrata nel paese europeo. Da quando l’ex-colonia Macao è entrata a far parte della Repubblica Popolare Cinese, questa famosa biblioteca di Rio de Janeiro è l’unica istituzione culturale al di fuori del Portogallo che gode di tale privilegio e raccoglie circa 350.000 volumi. Si tratta di un vero e proprio gioiello architettonico, in stile neogotico, dove sono contenuti più di 350 mila volumi, alcuni risalenti anche al 1500 e al 1600. Fondata nel 1837 da un gruppo di immigrati, è la più grande raccolta di opere portoghesi fuori dal Portogallo. La struttura ricorda quella di una chiesa, con vetrate colorate da cui filtra il sole e una facciata totalmente bianca. All’interno della grande sala lettura si trova l’Altare della patria, un monumento in marmo, argento e avorio alto quasi 2 metri e sopra il quale campeggia un lampadario in ferro.

Real Gabinete Português da Leitura, Rio de Janeiro, Brasile

Billy Castle

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: