Press "Enter" to skip to content

Giornata mondiale per l’acqua, consigli per il risparmio di questo bene prezioso.

Il 22 Marzo è la “Giornata mondiale dell’acqua”, fu istituita nel 1992 dalle Nazione Unite in occasione della conferenza di Rio, le raccomandazioni della Assemblea Generale sono state quelle di mettere in campo azioni concrete per la tutela e la diffusione dell’acqua. Nel 2010 l’accesso all’acqua potabile è stato riconosciuto dall’ONU come un diritto umano universale, in realtà oltre due miliari di persone vivono senza acqua pulita e ogni giorno oltre 1000 bambini muoiono per disturbi causati dall’indigestione di acqua infetta.

L’acqua è vita, eppure le nostre risorse idriche sono costantemente messe sotto assedio da molteplici agenti inquinanti:

  • ogni giorno, vengono scaricate sostanze inquinanti in quantità elevate da parte di industrie che liberano residui che favoriscono l’accrescimento di muffe e batteri;
  • dagli scarichi delle abitazioni, uffici ed altre strutture scaturisce l’inquinamento causato da non adeguati trattamenti di depurazione;
  • l’utilizzo di fertilizzanti e pesticidi in quantità notevoli inquina le falde acquifere sotterranee e le acque dei fiumi;
  • il petrolio che fuoriesce dalle petroliere inquina i mari e gli oceani, già invasi di plastica e microplastica, galleggianti che entrano nel ciclo dell’acqua e poi direttamente nella catena alimentare degli organismi acquatici marini e, di conseguenza, in quella umana.

Lo scopo prioritario della Giornata mondiale dell’acqua è ribadire che tutto questo può essere evitato solo se cambia lo stile di vita dell’uomo, ognuno di noi deve fare la propria parte per il risparmio idrico e la salvaguardia delle acque pulite, l’acqua non è una risorsa illimitata, ne abbiamo poca a disposizione e deve essere tutelata.

Come risparmiare le risorse idriche

Lavabiancheria e lavastoviglie.
• Scegliete il ciclo ‘economico’ ed evitate i ‘mezzi carichi’: azionando la macchina al massimo carico si possono risparmiare acqua ed energia.
• Un carico completo di stoviglie lavato a macchina richiede un minor consumo d’acqua rispetto allo stesso lavaggio fatto a mano.
• Per lavare i piatti a mano conviene raccogliere la giusta quantità d’acqua nel lavello e lavare con quella. In questo modo si risparmiano alcune migliaia di litri all’anno.

Igiene personale: con intelligenza.
• Quando ci laviamo le mani, i denti o facciamo lo shampoo o ci radiamo la barba, teniamo aperto il rubinetto solo per il tempo necessario.
• Preferiamo la doccia al bagno (per immergerci in vasca sono necessari 150 litri di acqua, per una doccia circa un terzo).
• Il frangigetto è un miscelatore di acqua che vi consigliamo di applicare ai rubinetti di casa: sfruttando il principio della turbolenza, miscela aria al flusso di acqua, e crea un getto più leggero, ma efficace. Un frangigetto richiede ”solo” 9 litri al minuto per la doccia.

Il giardino
• Il momento migliore per innaffiare le piante non è il pomeriggio, quando la terra è ancora calda e fa evaporare l’acqua, bensì la sera, quando il sole è calato.
• Per terrazzi e giardini scegliete i moderni sistemi di irrigazione a micropioggia
programmabili, che possono funzionare anche durante la notte, quando i consumi sono più bassi. Esistono anche gli irrigatori goccia a goccia, che rilasciano l’acqua lentamente senza dispersioni e con un utilizzo ottimale.
• Per le piccole innaffiature (le piante d’appartamento, per esempio) potete sfruttare l’acqua che avete già usato per lavare, ad esempio, frutta e verdura.
• Meglio spazzare i vialetti con una ramazza che usare la canna dell’acqua.

Manutenzione
Un rubinetto che gocciola o un water che perde acqua non vanno trascurati; possono sprecare anche 100 litri d’acqua al giorno. Una corretta manutenzione o, se necessario, una piccola riparazione contribuiranno a farvi risparmiare tanta acqua potabile altrimenti dispersa senza essere utilizzata.

Non scaricate la responsabilità
Adottiamo scarichi ”intelligenti”, quelli a pulsante il cui flusso si può interrompere , quelli a doppia cassetta o quelli a manovella.

Lavaggio dell’automobile
Per il lavaggio dell’auto viene utilizzata acqua per circa 30 minuti, con un notevole spreco di circa 150 litri d’acqua. Bisognerebbe ricordarsi di utilizzare sempre un secchio pieno (vale lo
stesso esempio fatto per lavare i piatti). Si potranno risparmiare così circa 130 litri di acqua potabile a ogni lavaggio e si eviteranno sprechi inutili

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: