Press "Enter" to skip to content

Doccia fredda per il centro sportivo “Zodiaco”: il Tar respinge il ricorso contro il comune di Capena.

Un colpo di fulmine a ciel sereno per il centro sportivo Zodiaco di Capena: il Tar del Lazio ha rigettato il ricorso presentato contro il Comune di Capena.Oggetto del contendere? Cubatura edificabile.

La società Tiberina Resort Srl, una volta rilevato lo storico centro sportivo del bivio di Capena, si è lanciata da tempo in un’opera di ristrutturazione della struttura ma incassa ora una battuta d’arresto a fronte della volontà di costruire ulteriormente sul suolo in questione.

È di poche settimane fa l’inaugurazione del centro sportivo, anche quella tra mille peripezie in quanto pare che non tutti i locali del centro siano agibili.

Questi i fatti.

La Tiberina Resort Srl aveva presentato ricorso contro il diniego definitivo da parte dell’ufficio tecnico comunale alla richiesta di permesso di costruzione di un nuovo edificio da adibire a spogliatoi.

L’ufficio tecnico del Comune di Capena ha rifiutato tale permesso, avendo valutato il raggiungimento massimo della cubatura edificabile a seguito dei lavori di ristrutturazione messi in atto dalla società negli ultimi mesi e delle strutture già presenti sul suolo in questione.

La Tiberina Resort Srl ha presentato ricorso al tribunale amministrativo adducendo come motivazione della richiesta il fatto che la copertura della piscina non dovesse rientrare nel calcolo della cubatura edificabile totale.Secondo i ricorrenti infatti la struttura in questione, essendo amovibile, non avrebbe dovuto essere conteggiata ai fini della cubatura edificabile del lotto in questione.

Di diverso avviso l’ufficio tecnico del comune di Capena e, a questo punto, anche il tribunale amministrativo regionale del Lazio ha sostenuto le motivazioni del Comune.

La copertura oggetto di dibattito legale è da considerarsi tutt’altro che amovibile, evidentemente.

Per dimensioni, caratteristiche strutturali e finalità di impiego deve essere qualificato come struttura tale da rientrare nel conteggio della cubatura edificabile utilizzata.

Si chiude così la questione, con una parola definitiva sulla correttezza e sulla perfetta legittimità delle decisioni assunte dal Comune di Capena.

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: