Press "Enter" to skip to content

Da Filippo Battenberg Principe di Grecia e Danimarca a Filippo Mountbatten Duca di Edimburgo

Una storia lunga da raccontare quella del Principe Filippo, iniziata con una delicata e faticosa infanzia. Figlio di Andrea di Grecia e Alice di Battenberg nacque a Corfù il 10 giugno 1921, a seguito della guerra Greco-Turca la sua famiglia fu bandita dal suolo greco. Nella fuga Filippo fu trasportato in una cassa di arance e con la famiglia si trasferì in Francia a Saint-Cloud dove restò qualche anno, finché non si recò a Kensington da sua nonna Vittoria D’Assia – Darmstadt e dove sarà seguito dallo zio materno Luis Mountbatten, cognome inglesizzato.

Fu proprio grazie a questo zio che incontró la sua futura sposa, nonché cugina di terzo grado e futura Regina. L’ occasione fu la visita di Re Giorgio VI a Dartmouth Royal Naval College. Filippo era membro della Royal Navy e fu un ottimo militare, si diplomò infatti come miglior cadetto nel suo anno e durante questa visita di Re Giorgio VI il suo compito fu quello di intrattenere le principesse Elisabeth e Margareth, proprio da questo incontro nascerà la grande intesa tra lui e la sua futura consorte. Correva l’anno 1939, da questo momento tra i due inizierà uno scambio di lettere che finirà nel 1946 con la richiesta a Re Giorgio di prenderla in sposa.

Con il matrimonio Filippo dovrà fare anche una serie di rinunce, prime tra tutte il suo cognome naturalizzato da Battenberg a Mountbatten proveniente dalla famiglia materna, rinunciò inoltre alle pretese sul trono greco e ai titoli greci e danesi, si convertì dalla religione ortodossa a quella anglicana e ottenne il titolo di Duca di Edimburgo. Inizialmente la casata regnante continuò a chiamarsi Windsor, per volontà della nonna di Elisabetta la regina Mary e del primo ministro Churchill, fu solo con la morte della nonna che nel 1955 fu emesso un decreto per utilizzare il cognome Mountbatten – Windsor. Nonostante la sua passione per la carriera militare rinuncerà ad una serie di impegni per seguire la Regina in qualità di consorte, sarà la sua ombra e starà sempre un passo indietro anche se sarà centrale nel tentativo di modernizzazione della corona, a lui infatti va il merito per aver fatto entrare la TV ma anche la gente comune nei palazzi dei reali.

Non possiamo certo esimerci dal ricordarlo per le sue tante gaffe, la BBC ne ha raccolte alcun e tra le più eclatanti che vi riproponiamo anche noi.

1961 – Nel corso di un evento allo Scottish Women’s Institute, ente di beneficienza che si occupa della conservazione delle tradizioni scozzesi, Filippo dichiarò: “Le donne britanniche non sanno cucinare”

1967 – In piena Guerra Fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica viene chiesto al Principe se volesse visitare l’attuale Russia. Questa la sua risposta: “Mi piacerebbe molto andare in Russia, anche se quei bastardi hanno ammazzato metà della mia famiglia”.

1981 – Nel Regno Unito nel pieno di una pesante recessione il Principe si lascia sfuggire queste parole: “Tutti dicevano che fosse necessario più tempo libero, e adesso si lamentano di essere disoccupati”.

1984 – In un viaggio ufficiale in Kenya riceve da una donna un dono locale e le domanda: “Sei una donna, vero?”

1986 – Ad un incontro col WWF parla dei cinesi e compie uno scivolone: “Se ha quattro gambe e non è una sedia, se ha due ali e vola ma non è un aeroplano, e se nuota e non è un sottomarino, i cantonesi se lo mangeranno”

1992 – Durante un viaggio in Australia gli viene chiesto di abbracciare un koala, animale simbolo della nazione: “Oh no, potrei prendere qualche orribile malattia”

1994 – Durante una conversazione con un abitante delle isole Cayman Filippo si fece sfuggire: “La gran parte di voi discende da pirati, giusto?”

1999 – Il Duca di Edimburgo incontra uno studente reduce da un viaggio in Papua Nuova Guinea. Questa la sua domanda: “Quindi sei riuscito a non farti mangiare?”

2000 – In un viaggio in Italia Filippo è ospite dell’allora presidente del Consiglio Giuliano Amato, che gli offrì un pregiatissimo vino. Dono non gradito dal Principe: “”Datemi una birra, non mi interessa quale, basta che sia birra!”, rispose il consorte della Regina

2002 – In visita a Buckingham Palace arriva un importante imprenditore aborigeno australiano. Il Principe senza mezzi termini gli chiede: “Siete ancora soliti tirarvi le lance?”

2013 – Durante una visita nell’ospedale di Luton e Dunstable, si rivolge così ad una infermiera di Manila: “Le Filippine devono essere mezze vuote, visto che siete tutti qui a mandare avanti la sanità nazionale”.

2013 – Nello stesso anno il principe Filippo incontra Malala Yousafzai, la ragazza che era stata condannata a morte dai talebani perché voleva andare a scuola e che è diventata simbolo delle campagne per il diritto delle ragazze a studiare: “I bambini vanno a scuola perché i genitori non li vogliono in casa”.

Offendere la gente è facile, ma è difficile – se non impossibile – migliorarla. (Arthur Schopenhauer)

One Comment

  1. olivecrona olivecrona 10 Aprile 2021

    E’ auspicabile che notizie come quella commentata nell’articolo con cenni biografici e curiosità ricevano, con il passare del tempo, sempre più l’attenzione che meritano, ossia nessuna, se non come occasione per ricordare quanto sia anacronistica e inutile un’istituzione come la monarchia, di cui fortunatamente l’Italia si è liberata nel 1946.

Commenta l'articolo:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: