Press "Enter" to skip to content

Chiusure Disney Store, centinaia di lavoratori a rischio in tutta Italia

C’era una volta una multinazionale che assumeva i suoi dipendenti a tempo indeterminato. Dopo un bel periodo di prova, il contratto era assicurato. Ferie, permessi, contributi… e magari straordinari ben pagati. Questo è stato Disney Store fino ad una settimana fa quando i dipendenti hanno ricevuto la notizia, che post pandemia, l’azienda avrebbe chiuso tutti i suoi punti vendita in Italia. Oggi parliamo con una commessa Disney, che vuole raccontarci per filo e per segno cosa sta succedendo in quella multinazionale che ha deciso di abbandonare centinaia di dipendenti, 51 solo a Roma.

Ciao G. Sappiamo che state preparando uno sciopero generale per sabato mattina.

Si come si legge dal comunicato sabato faremo uno sciopero nazionale che riguarderà tutti i negozi. Per noi è stata una doccia fredda perché gli store rappresentano prima di tutto il lavoro ma poi anche l’attaccamento al brand, una famiglia con i colleghi, ricordi di anni passati a far sognare i bambini, a farli credere nella magia, ad aiutarli a scegliere il gioco perfetto! Quello che si sarebbero portati dietro nei viaggi o in cameretta appena tornati a casa! I sindacati ci affiancheranno senza dubbio!

Se ,come si legge nel comunicato della Filcams, il fatturato post pandemia non ha subito un grosso calo, per quale motivo è stata presa una decisione così drastica?

Hanno deciso di cambiare strategia e di puntare sulle vendite online riducendo i negozi fisici! Ma è il contatto personale e la magia che si respira all’interno del negozio che ci ha sempre reso Speciali e magici. Tanti in questi giorni ci hanno dimostrato che siamo un punto di riferimento per i clienti, basta pensare ai nonni che portano i nipoti a spasso e dopo magari il gelato vogliono comprarli un pensierino!

Convincere una multinazionale a rivedere una scelta così drastica è arduo. Secondo te quale linea seguiranno i sindacati?

I sindacati seguiranno la strada di trovare un buon accordo secondo me e ci affiancheranno in questo “lutto” anche personale…destabilizzante, molto destabilizzante perché come diceva Walt Disney puoi costruire il posto più bello del mondo ma sono le persone a fare la differenza

Nel comunicato si parla anche di ricollocamento… è un’opzione concreta?

Hanno detto che potrebbe essere una soluzione per alcuni, ma non sappiamo assolutamente né il dove né il come

Siamo certi che i sindacati come sempre tuteleranno con ogni mezzo i diritti dei lavoratori. Resta lecito lo scrupolo su cosa intendano per lieto fine.

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: