Press "Enter" to skip to content

Arriva l’appello anche dei Sindaci del Lazio per il Premier Mario Draghi

I sindaci delle grandi città firmano l’appello al Presidente del Consiglio Mario Draghi per continuare l’azione di governo, dopo Beppe Sala, Roberto Gualtieri, Luigi Brugnaro, Antonio Decaro, arriva il sostegno anche dei comuni più piccoli.

Il sindaco di Monterotondo Riccardo Varone e presidente dell’Anci Lazio fa appello ai suoi colleghi che aderiscono in massa all’iniziativa “C’è bisogno di stabilità e di pensare al bene comune, debbono passare riforme abilitanti per raggiungere gli obiettivi del Pnrr , non c’è colore politico ma solo senso di responsabilità in una fase politica così importante e delicata.”

Dopo l’appello di Riccardo Varone Sindaco di Monterotondo hanno aderito:

Pierluigi Sanna – Colleferro (Rm)
Patrizia Nicolini – Sacrofano (Rm)
Emanuela Panzironi – Zagarolo (Rm)
Colagroossi Giovanni . S. Gregorio da Sassola (Rm)
Massimiliano Calore – Ciciliano (Rm)
Luca Marocchi – Comune di Arcinazzo Romano (Rm)
Orlando Pocci – Velletri (Rm)
Alberto Latini – Valmontone (Rm).

Riccardo Travaglini – Castelnuovo di Porto (Rm)
Rita Colafigli- Torrita Tiberina (Rm)
Fiorenzo De Simone – Vicovaro (Rm)
Roberto Barbetti Capena (Rm)
Fausto Giuliani – Colonna (Rm)
Fulvio Proietti – Rocca Canterano (Rm)
Sandro Runieri – Rocca Santo Stefano (Rm)
Gianpaolo Nardi – Castel San Pietro Romano (Rm)
Alivernini Adriano -Cervara di Roma (Rm)
Cascioli Piero – comune di Segni (Rm)
Gina Panci – Cerreto Laziale (Rm)

Francesca Sbardella – Frascati
Ivan Ferrari- Gavignano
Franco Tozzi -Marano Equo
Alessandra Sabelli- San Cesareo
Anna Gentili -Rocca Priora
Gabriele Caucci – Arsoli
Alberto De Angelis – Castel Gandolfo
Mattia Folgori – Roviano

LA LETTERA DEI SINDACI

Con incredulità e preoccupazione assistiamo alla conclamazione della crisi di Governo generata da comportamenti irresponsabili di una parte della maggioranza.

Le nostre città, chiamate dopo la pandemia e con la guerra in corso ad uno sforzo inedito per il rilancio economico, la realizzazione delle opere pubbliche indispensabili e la gestione dell’emergenza sociale, non possono permettersi oggi una crisi che significa immobilismo e divisione laddove ora servono azione, credibilità, serietà.
Il Presidente Mario Draghi ha rappresentato fino ad ora in modo autorevole il nostro Paese nel consesso internazionale e ancora una volta ha dimostrato dignità e statura, politica e istituzionale. Draghi ha scelto con coraggio e rigore di non accontentarsi della fiducia numerica ottenuta in aula ma di esigere la sincera e leale fiducia politica di tutti i partiti che lo hanno sostenuto dall’inizio.
Noi Sindaci, chiamati ogni giorno alla difficile gestione e risoluzione dei problemi che affliggono i nostri cittadini, chiediamo a Mario Draghi di andare avanti e spiegare al Parlamento le buoni ragioni che impongono di proseguire l’azione di governo.
Allo stesso modo chiediamo con forza a tutte le forze politiche presenti in Parlamento che hanno dato vita alla maggioranza di questo ultimo anno e mezzo di pensare al bene comune e di anteporre l’interesse del Paese ai propri problemi interni. Queste forze, nel
reciproco rispetto, hanno il dovere di portare in fondo il lavoro iniziato in un momento cruciale per la vita delle famiglie e delle imprese italiane. Se non dovessero farlo si prenderebbero una responsabilità storica davanti all’Italia e all’Europa e davanti alle future generazioni.
Ora più che mai abbiamo bisogno di stabilità, certezze e coerenza per continuare la trasformazione delle nostre città perché senza la rinascita di queste non rinascerà neanche l’Italia.

Firme (in ordine alfabetico)

Luigi Brugnaro sindaco di Venezia
Marco Bucci sindaco di Genova
Antonio Decaro sindaco di Bari – Presidente ANCI
Michele De Pascale sindaco di Ravenna – Presidente UPI
Giorgio Gori sindaco di Bergamo
Roberto Gualtieri sindaco di Roma
Stefano Lo Russo sindaco di Torino
Dario Nardella sindaco di Firenze – Coordinatore città metropolitane
Maurizio Rasero sindaco di Asti
Matteo Ricci sindaco di Pesaro – Presidente ALI
Beppe Sala sindaco di Milano

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: