Press "Enter" to skip to content

ALLERTA CALDO si arriverà fino a 40°C

Allerta caldo nella Regione Lazio per oggi e domani sono previste temperature che sfioreranno i 40°C, una forte ondata di calore proviene dall’anticiclone africano, questi fenomeni si verificano quando si registrano temperature molto elevate per più giorni consecutivi, con tassi elevati di umidita e assenza di ventilazione. Da venerdì 9 scenderà un pochino la temperatura, ma continuerà il caldo su tutto il Paese favorendo sempre di più il fenomeno della siccità, qualche temporale estivo al nord che non aiuterà però le risorse idriche perché essendo molto arido il terreno non riesce a filtrare e parte dell’acqua evapora.

Le fasce di popolazione che soffrono di più sono quelle che vivono nelle grandi città, in zone con poco riparo dall’ombra, esistono però alcune buone regole e comportamenti che possono limitare l’esposizione alle alte temperature e che aiutano ad evitare la disidratazione.

  1. EVITARE DI USCIRE NELLE ORE CALDE DELLA GIORNATA, dunque dalle 11 alle 18, se siete costretti vestitevi con abiti freschi e ricordate di coprire il capo, indossate occhiali da sole e mettete creme protettive.
  2. CHIUDERE TAPPARELLE E PERSIANE aprire le finestre solo nelle ore più fresche, attenzione anche all’aria condizionata, utilizzare una temperatura adeguata che non favorisca eccessivi sbalzi di temperature
  3. RIDURRE LA TEMPERATURA CORPOREA fare bagni e docce con acqua fresca, oppure mettere un panno bagnato su nuca e polsi.
  4. EVITARE DI PRATICARE ATTIVITA’ FISICA
  5. BERE CON REGOLARITA’ evitare alcolici e limitare l’assunzione di bevande gassate
  6. APRIRE GLI SPORTELLI DELL’AUTOMOBILE PRIMA DI SALIRE, non lasciare ne persone ne animali nell’abitacolo e viaggiare con aria condizionata o finestrini aperti
  7. SORVEGLIARE LE PERSONE PIU’ FRAGILI anziani e bambini
  8. CONSULTARE IL MEDICO IN CASO per persone che prendono terapie per un eventuale aggiustamento del dosaggio.

Numero per le emergenze 112

Be First to Comment

    Commenta l'articolo: